Numeri in crescita per lo Ski College Veneto Falcade

«Abbiamo numeri in crescita e questo non può che farci piacere ed essere di ulteriore stimolo a continuare a impegnarci per far sì che i nostri ragazzi possano raggiungere obiettivi importanti, sulla neve e sui libri». Così Luca Marchetto alla presentazione, domenica 16 ottobre al Pala Dolomiti di Falcade, della stagione 2022-2023 del nostro Ski College.

«Siamo passati dai sessanta ragazzi dello scorso ai settanta di questa stagione» ha sottolineato Marchetto. «Gli atleti che studiano da noi provengono soprattutto da Veneto e Friuli Venezia Giulia ma ce ne sono che arrivano anche da Trentino, Alto Adige, Lombardia, Marche, Lazio e San Marino».

«Di dodici unità è il gruppo dei fondisti e biathleti, undici gli snowboarder, undici gli Allievi dello sci alpino e 36 i ragazzi della categoria Giovani dello sci alpino. I risultati della scorsa stagione ci premiano con il settimo posto della classifica nazionale assoluta per club e con il secondo per quanto riguarda l’attività giovanile. Fondamentale è la sinergia con l’istituto Follador De Rossi, realtà con la quale lo Ski College ha stretto da tempo una convenzione e che offre agli studenti sette diversi indirizzi di studio.

Alla presentazione sono intervenuti, tra gli altri, il presidente regionale Fisi, Roberto Visentin, il consigliere federale e presidente della Fondazione Cortina Stefano Longo, il presidente del Coni Veneto, Dino Ponchio, il presidente del Collegio Veneto dei maestri di sci, Luigi Borgo, e diversi rappresentanti del mondo amministrativo. Premiati tre giovani talenti cresciuti allo Ski College Veneto Falcade e ora in azzurro: Andrea Zorzi (sci di fondo), Federica Lani (sci alpino) e Lucia Dalmasso (snowboard, in maglia azzurra alle recenti olimpiadi di Pechino).